800 974250

Top

Forum Nazionale E.E.C marzo 2015

AICAT / Forum Nazionale E.E.C.  / Forum Nazionale E.E.C marzo 2015
Forum E.E.C. - "Il lavoro associativo al servizio della comunità che cambia"

Forum Nazionale E.E.C marzo 2015

“Il lavoro associativo al servizio della comunità che cambia”

Firenze, 14-15 marzo 2015

Documento di sintesi

Il XIV Forum Permanente dell’Educazione Ecologica Continua si è svolto a Firenze presso l’Istituto Avventista di Cultura Biblica, Casa Aurora, Viuzzo del Pergolino 8.

Hanno partecipato 42 persone provenienti da Umbria, Campania, Emilia Romagna, Lombardia, Puglia, Piemonte, Veneto, Sardegna, Toscana, Trentino, Basilicata, Marche.

Si ringraziano per l’accoglienza la struttura che ci ha ospitato e per il prezioso lavoro di organizzazione Tiziana Fanucchi.

Nella relazione introduttiva il presidente AICAT Aniello Baselice ha illustrato i percorsi e le attività che hanno caratterizzato questi otto anni di impegno, ponendo l’accento sulla necessità che l’impegno associativo e l’EEC si integrino per poter incidere positivamente nella cultura generale del nostro paese.

Negli interventi successivi è emerso che l’Associazione dei Club è la naturale espressione di persone che si riconoscono e vivono in prima persona l’AES e che, con passione, coltivano il senso di comunità e di appartenenza e sono capaci di esercitare una memoria critica per sviluppare una visione di futuro. Tutto questo ci spinge a impegnarci a superare i dualismi Associazione/ Club, Formazione/Associazione, Professionisti/ Famiglie, Famiglie/Servitori insegnanti.

Senza un lavoro sinergico non sarà possibile l’auspicata espansione della rete dei Club, in una realtà nazionale che, ad oggi, è disomogenea.

Al centro del confronto e del dibattito sono state proposte esperienze sui seguenti temi:

  • L’advocacy come processo di sensibilizzazione rispetto ad un obiettivo definito. (Advocacy = sostegno, appoggio, patrocinio, difesa.)
  • La lobbying come successiva azione di pressione sui decisori politici e sulle istituzioni. (Fare lobby per le associazioni ha una finalità opposta di quella tradizionale, ossia non si fa lobbying per proteggere gli interessi di un gruppo, ma per esigere che sia salvaguardato l’interesse della collettività. È un tipo di pressione positiva per favorire la creazione di alleanze che assicurano maggior “peso” ed esposizione mediatica all’associazione.)
  • I principi generali e gli aspetti pratici della progettazione e della redazione del bilancio sociale.
  • La progettazione sociale e il fund raising come azioni poste in essere per la crescita sociale della comunità, qualunque sia lo specifico settore di intervento.
  • Lo statuto come garanzia di democrazia, partecipazione e ricambio associativo e di riconoscimento identitario dei Club quale risorsa sociale della comunità.

Alla luce delle riflessioni emerse dalla condivisione di nuovi orientamenti che indicano possibili e stimolanti sviluppi del lavoro associativo si propone che:

  1. All’interno del Forum, nelle attività dell’Educazione Ecologica Continua, venga riconosciuta ed attivata la progettazione e la formazione sull’advocacy e sulle responsabilità associative attraverso la costituzione di un coordinamento specifico.
  2. La progettazione sociale sia intesa anche come capacità di sviluppare programmi di promozione della salute nella comunità e di creare coalizioni con le altre realtà associative della comunità in parternariato.
  3. Il bilancio sociale sia sviluppato come momento di verifica e di trasparenza delle attività svolte dall’associazione, come strumento di advocacy e di presentazione alla comunità.
  4. È necessario sviluppare la capacità e di implementare le potenzialità dei vari modelli di auto ed etero-finanziamento (raccolta fondi, 5 x mille ecc …).
  5. La comunicazione sia potenziata sia nei nostri vari livelli associativi che con i diversi ambiti che si occupano di alcologia al di fuori del mondo dei Club, al fine di garantire ed ampliare l’informazione, il coinvolgimento e la partecipazione.
  6. Sia prevista la presenza di una tavola rotonda dedicata alle esperienze di advocacy nel Congresso Nazionale.
  7. Si convoca sin da ora il prossimo Forum dell’ EEC, previsto per il 13-14-15 novembre 2015 sempre a Firenze e nella medesima sede.

Share

No Comments

Post a Comment